Vai alla pagina Facebook Vai alla pagina Twitter Registrati Vai al canale YouTube Vai alla pagina Google+ Presto online
A A A

Tu sei qui

Servizi Socio-sanitari

VOUCHER SOCIO-SANITARIO è un titolo (gratuito) spendibile presso organizzazioni accreditate, pubbliche e private, per acquistare prestazioni domiciliari infermieristico-assistenziali, riabilitative e medico specialistiche, più o meno complesse.
I destinatari di questo servizio sono soggetti fragili con ridotta autosufficienza temporanea o permanente che necessitano di assistenza primaria (cioè assenza delle necessità di interventi altamente specialistici o di tecnologie complesse che impongono il ricovero ospedaliero) domiciliare.
L’A.S.L. rilascia all’assistito o ad un familiare un voucher da consegnare al soggetto erogatore prescelto (es. Fondazione “Varni Agnetti”).
In sostanza si tratta di una nuova modalità di organizzazione dell’A.D.I. (Assistenza Domiciliare Integrata) che è stata attivata a far tempo dal 1 luglio 2003 sul territorio dell’ASL Pavia.

Modalità di attivazione dei voucher:
Le richieste di attivazione dei voucher socio-sanitari e dei credit sanitari possono giungere direttamente dalle famiglie, dai servizi sanitari o sociali del territorio, dai servizi ospedalieri e devono essere ricondotte al Medico di Medicina Generale.
Il Medico di Medicina Generale (Medico di Base) richiede l’attivazione del voucher socio-sanitario o del credit sanitario alla Centrale Operativa Voucher dell’A.S.L. Pavia (sede Via Indipendenza n. 3 – 27052 Pavia tel. 0382/432620).
La Centrale Operativa Voucher e Credit dell’A.S.L., ricorrendone i requisiti, previa visita domiciliare al richiedente, attiva il servizio. È facoltà dell’Utente scegliere l’erogatore per le prestazioni di assistenza domiciliare tra gli Enti accreditati dall’A.S.L. .
Il servizio viene attivato sostanzialmente dalla Centrale Operativa dell’A.S.L. attraverso la comunicazione al soggetto erogatore scelto dall’utente.
Il soggetto erogatore ha 48 ore per attivare il voucher e il credit. Il soggetto erogatore si dovrà attenere al P.A.I. (Piano di Assistenza Individuale) definito dagli operatori dell’A.S.L. (valutatori) in collaborazione con il Medico di Medicina Generale.

destinazione: