Vai alla pagina Facebook Vai alla pagina Twitter Registrati Vai al canale YouTube Vai alla pagina Google+ Presto online
A A A

Tu sei qui

TARI

Chi deve pagare
Tutti coloro che occupano o conducono locali od aree a qualsiasi uso destinati, idonei alla produzione di rifiuti.
La Tassa Rifiuti Solidi e Urbani decorre dal 1° giorno del bimestre solare successivo a quello in cui ha avuto inizio l’occupazione.
A tal fine è necessario denunciare ogni nuova occupazione/conduzione e ogni eventuale variazione sul modulo disponibile presso gli Uffici Comunali.

Presentazione delle denunce
• Denuncia originaria
Gli interessati, entro il 20 gennaio successivo all'inizio dell’occupazione, presentano al Comune denuncia dei locali e delle aree tassabili, redatta su modulo disponibile presso gli uffici comunali.
La denuncia ha effetto anche per gli anni successivi se non intervengono variazioni.
• Denuncia di variazione
Il contribuente deve comunicare, su modulo disponibile presso gli Uffici Comunali, ogni variazione relativa a:
- cambio di residenza;
- destinazione d’uso;
- superficie occupata.
La tassa non viene automaticamente applicata sulla base dell’espletamento delle pratiche anagrafiche, quindi la denuncia anagrafica per il cambio di abitazione o di residenza non è sostitutiva della denuncia ai fini dell’applicazione o della cessazione della tassa.
• Denuncia di cessazione
La denuncia deve essere presentata, su modulo presso gli Uffici Comunali, in caso di cessazione dell’occupazione.
La cessazione e la riduzione della tassa vengono applicate dal bimestre successivo alla presentazione della denuncia, che è pertanto opportuno presentare al verificarsi delle rispettive condizioni per non continuare a pagare.

Quanto costa
La tassa è calcolata sulla base della superficie dei locali e delle aree occupate, espressa in mq. ed alle tariffe delle varie categorie determinate dall'Amministrazione Comunale, tenuto conto della destinazione d’uso degli immobili e della loro capacità di produrre rifiuti.
Pertanto, vi saranno attività che, pur occupando grandi spazi, avranno una tariffa bassa in quanto bassa è la produttività dei rifiuti e attività che, pur svolte su superfici limitatissime, avranno una tariffa elevata in quanto con alta produttività di rifiuti.
Le tariffe per l’anno in corso sono disponibili presso gli Uffici Comunali.

Dove e come pagare
La Tassa si paga con Cartella esattoriale in un’unica soluzione oppure alla scadenza delle rate indicate nell'avviso.
Il pagamento può essere effettuato:
- presso gli sportelli del concessionario EQUITALIA ESATRI S.p.A.
- presso gli Uffici Postali;
- presso gli Istituti Bancari.

Esenzioni
Sono esenti dalla tassa i seguenti locali ed aree:
- locali adibiti al culto, esclusi in ogni caso gli eventuali annessi locali ad uso abitazione o ad usi diversi da quello del culto in senso stretto;
- locali ed aree occupati a qualsiasi titolo da Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS).

Riduzioni
La riduzione della tassa è ammessa nei seguenti casi:
- abitazioni con unico occupante;
- abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale;
- locali diversi dalle abitazioni ad uso stagionale risultante da licenza o autorizzazione;
- abitazioni di soggetti che risiedono o dimorano per più di sei mesi all'anno fuori dal territorio nazionale.
Per ottenere la riduzione della tassa, qualora non dichiarato nella denuncia originaria o di variazione, occorre presentare richiesta scritta agli Uffici Comunali mediante modulo disponibile presso gli Uffici Comunali.
La riduzione tariffaria è applicata con effetto dall'anno successivo alla presentazione della richiesta stessa. Il contribuente è obbligato a presentare tempestiva denuncia al venir meno delle condizioni per applicazione della tariffa ridotta.

Sgravi e rimborsi
Per richiedere rettifiche o annullamento di avvisi/cartelle di pagamento emesse, occorre presentare istanza motivata, con allegata copia della cartella esattoriale.
Per avere diritto al rimborso di pagamenti effettuati in eccedenza, occorre presentare istanza di rimborso documentata, entro cinque anni dal versamento. I moduli sono disponibili presso gli Uffici Comunali.

Sanzioni
Il mancato rispetto dell’adempimento dei tempi, dei modi descritti (denuncia infedele o incompleta, omessa denuncia) e delle informazioni richieste dal Servizio Tributi comportano il ricevimento di avvisi di accertamento maggiorati di sanzioni e interessi.

Ricorsi
Chiunque ritenga di averne motivo può presentare ricorso in bollo alla Commissione Tributaria Provinciale – Via Corso Mazzini, 18 – 27100 Pavia – entro 60 giorni dalla data di notificazione dell’atto, e contestualmente al Comune di Montesegale.

destinazione: